PROGETTI SITO 333KB LIMPEGNO  LAVORA CON NOI  LOGO 5X1000 SFONDO BIANCO

WHERE WE WORK

L'attività della Fondazione in Africa ha avuto inizio nel 2010 in Burundi; nel 2012 abbiamo operato anche nella Repubblica democratica del Congo e, dal mese di Aprile del 2014, siamo attivi anche in Madagascar, sia con progetti sanitari che con progetti di sostegno alle attività scolastiche.

La Repubblica del Burundi è situata nell’Africa centro-orientale, nella regione dei grandi laghi, e più specificatamente sulle rive del lago Tanganica, al di sotto della linea dell’equatore; confina con la Repubblica Democratica del Congo, il Ruanda e la Tanzania. Il Paese copre un’area complessiva di 27.834 km quadrato, prevalentemente collinare e montuosa, ha una popolazione di oltre 10.000.000 di abitanti (2014) ed una crescita media annua del 3%. La densità abitativa è di oltre 370 abitanti per Km2, con un tasso di urbanizzazione del 9% ed una speranza di vita di 43 anni. Il reddito nazionale lordo pro-capite è di circa 240 dollari/anno (elaborazione CeSPI 2013), mentre l' ISU (Indice di Sviluppo Umano che si basa sul confronto del PIL procapite, dell'alfabetizzazione e della speranza di vita di una popolazione) è pari a 0,316, che pone il Burundi al 180° posto su 194 stati (proiezioni 2015). L'età media della popolazione è inferiore a 17 anni. Nel 2003 il tasso di natalità era del 39,63 per mille, mentre il tasso di mortalità era del 17,61 per mille. Le lingue ufficiali sono il Kirundi, lingua nazionale parlata da tutta la popolazione, ed il Francese; la Religione prevalente è quella Cattolica (65%), seguita da quella Protestante (14% circa); c’è comunque da rilevare la continua espansione della Religione Islamica. Vi sono due etnie fondamentali, gli Hutu, che rappresentano circa l’ 85% della popolazione ed i Tutsi, che sono la minoranza ( circa il 14%). E’ inoltre presente una esigua minoranza di Pigmei (Twa), che vive essenzialmente nelle foreste. La percentuale di alfabetizzazione della scuola primaria è intorno al 50% della popolazione, mentre scende di molto negli altri gradi scolastici.La Repubblica è stata fondata nel Luglio del 1962 in seguito alla indipendenza ottenuta dal dominio Belga.

La Repubblica Democratica del Congo è uno degli stati più estesi e più popolati del Continente Africano. Situata praticamente al centro dell’Africa, confina a nord con la Repubblica Centraficana ed il Sudan, ad est con l’Uganda, il Ruanda, il Burundi e la Tanzania, a sud con lo Zambia e l’Angola, ad ovest con la Repubblica del Congo e con l’oceano Atlantico. Ha una superficie di di circa 2.350.000 km2 ed una popolazione stimata di oltre 80 milioni di abitanti (2015), con una densità di 30 abitanti per km2. La storia di questo Paese, grande quanto un quarto dell’Europa, è scandita da moltissimi conflitti, spesso finalizzati allo sfruttamento delle immense risorse naturali di cui dispone in grande quantità: oro, diamanti, uranio, cobalto, rame, coltan, legno pregiato, ecc. Le lingue nazionali sono lo Swahili, il Kikongo ed il Lingala, mentre la lingua ufficiale è il Francese. Le Religioni principali sono quella Cattolica, quella Protestante e quella Animista. Il Paese ha ottenuto l’indipendenza dal dominio Belga nel 1960. Nonostante le sue immense ricchezze, la qualità di vita dei Congolesi è disastrosa. Infatti Il reddito nazionale lordo pro-capite è di circa 230 dollari/anno (elaborazione CeSPI 2013), mentre l' ISU (indice di sviluppo umano) è pari a 0,286, che pone la RDC al 187° posto, dietro al Burundi ( stime 2015).
Il Madagascar è la quarta isola abitata più grande al mondo con i suoi 600.000 km2 (il doppio dell'Italia); ha una popolazione stimata di circa 20.000.000 (2014) con una densità di circa 35 abitanti per km2; nel 1958 ottenne l'indipendenza dalla Francia e dal 1960 è una Repubblica presidenziale. La religione prevalente è quella animista (quasi il 50% della popolazione). L'animismo raccoglie pratiche di culto nelle quali vengono attribuite qualità divine o soprannaturali a cose, luoghi o oggetti materiali, senza nulla di trascendente ( ad esempio la pratica di "risepoltura" dei defunti o Famadihana); circa il 45% della popolazione è Cristiana, mentre molto scarsa, ma in espansione, è la religione Mussulmana. A causa della sua collocazione geografica e della distanza dalla terra ferma il Madagascar ha conservato una grande quantità di flora e fauna unica nel suo genere, e che ne fa, assieme alla grande biodiversità ambientale, uno dei posti più belli ed interessanti del pianeta. Anche il Madagascar è un Paese povero e disagiato, e quasi privo di servizi sociali essenziali.  Infatti Il reddito nazionale lordo pro-capite è di circa 430 dollari/anno (elaborazione CeSPI 2013), mentre l' ISU (indice di sviluppo umano) è pari a 0,480, che pone lo pone al 150° posto, leggermente meglio del Burundi e della RDC ( stime 2015).

aggiornato 30-12-2015                                                                                                                                                                               Piero Petricca

<<<<<home

DONATE WITH PAYPAL

it-donate-subscribe-checkoutwithpaypal

FOLLOW US

social-facebook-box-blue-icon

social-twitter-button-blue-icon

HOWE TO HELP US

5x1000africa

    FREE DONATIONS  BEQUESTS
Download Free Designs http://bigtheme.net/ Free Websites Templates